Avviso ai Sigg. Genitori N. 99 - Infanzia e Primaria - Servizio Refezione Scolastica

OGGETTO: SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA (SISTEMA MULTIRAZIONE CON SCODELLAMENTO) a.s. 2020/2021 SCUOLA DELL’INFANZIA e PRIMARIA.

 

Si comunica ai Sigg. Genitori degli alunni della Scuola dell’Infanzia e Primaria interessati che l’Amministrazione Comunale – Municipalità 1 renderà disponibile il servizio di refezione scolastica per l'anno scolastico 2020/2021  a partire dal 18 gennaio 2021. La fornitura dei pasti sarà effettuata dalla Ditta “Gestione Servizi Integrati S.r.l.” il cui centro di cottura è ubicato a Napoli.

Si forniscono le seguenti informazioni in merito alla regolamentazione del servizio.

PREPARAZIONE E CONSEGNA PASTI

La fornitura dei pasti avverrà dal lunedì al venerdì, i pasti saranno preparati nella stessa mattinata della distribuzione presso il centro di cottura della ditta affidataria, in conformità delle tabelle dietetiche prelevabili per menù mensile dal sito Internet www.comune.napoli.it (Area tematica Scuola - Refezione Scolastica).

I pasti appena cucinati verranno confezionati in appositi contenitori multiporzione atti al trasporto dei pasti. Tali contenitori sono igienicamente idonei e isotermici per il mantenimento delle temperature idonee per la sicurezza microbiologica dei cibi fino alla distribuzione dei pasti.  Ciascun contenitore deve essere contrassegnato con un talloncino adesivo con impresse le indicazioni di seguito elencate:

· ragione sociale della ditta produttrice e indirizzo

· denominazione della pietanza contenuta

· capacità in litri del contenitore/ numero di porzioni contenute

· data di preparazione

· indicazione della destinazione del pasto (scuola dell'Infanzia o Primaria). 

La Ditta aggiudicataria provvederà alla fornitura degli utensili e delle attrezzature necessarie per lo scodellamento. Gli stessi devono essere tarati per il rispetto delle porzionature nonché per garantire le grammature previste e devono pervenire adeguatamente sanificati e protetti. Sarà, invece, compito delle famiglie provvedere alla dotazione giornaliera di tovaglietta di appoggio, tovagliolo, piatti, posate e bicchiere in materiale riutilizzabile da riportare a casa per la necessaria sanificazione. La ditta fornirà, inoltre, i carrelli da utilizzare per lo scodellamento e la distribuzione delle vivande nei refettori o sul piano dove insistono i punti di consumazione. La ditta aggiudicataria dovrà fornire una dotazione minima di tovagliette, tovaglioli, piatti, bicchiere e tris di posate monouso in materiale biodegradabile e compostabile per consentire di far fronte ad eventuali emergenze.

La ditta aggiudicataria provvederà con proprio personale - nel rispetto dei protocolli vigenti per la prevenzione del Covid 19 - anche alla porzionatura e distribuzione all'utenza, seguendo scrupolosamente le norme igienico-comportamentali.

Dovranno essere rispettate le seguenti modalità di scodellamento previsto a carico della ditta:

· lo scodellamento avverrà nel locale refettorio o, in mancanza, nello spazio antistante i punti di consumazione;

· la distribuzione dovrà avvenire al tavolo solo in presenza degli utenti.

La ditta aggiudicataria dovrà provvedere quotidianamente ad espletamento del servizio al ritiro, pulizia e sanificazione dei contenitori isotermici e di ogni altro utensile utilizzato dalla stessa per la distribuzione dei pasti.

Le diete differenziate verranno confezionate in vaschette termosaldate monouso per alimenti biodegradabili e compostabili in conformità alla norma UNI EN 13432:2002 . Le stesse dovranno essere immesse, a loro volta, in appositi contenitori isotermici igienicamente idonei e sanificabili che dovranno essere ritirati quotidianamente ad espletamento del servizio.

Le vaschette contenenti diete differenziate devono essere contrassegnate da talloncino di colore diverso da quello della dieta standard con impresse le indicazioni di seguito elencate:

· ragione sociale della ditta produttrice e indirizzo

· elementi identificativi del destinatario nel rispetto delle norme in materia di protezione dei dati personali e sensibili

· nome della scuola, classe e sezione (allo scopo di poter individuare in modo univoco il destinatario della dieta differenziata)

· individuazione dieta speciale contenuta

· denominazione della pietanza contenuta

 · data di preparazione.

 Per quanto attiene alle diete differenziate, i prodotti preconfezionati, qualora l’unità da distribuire non riporti sulla stessa le indicazioni di cui alla confezione, devono essere adeguatamente riportate le diciture e contrassegnate per il tipo di patologia a cui sono destinati.

Sulle vaschette, ferme restando le indicazioni di cui innanzi, dovrà essere riportato lo stemma del Comune di Napoli e la dicitura come di seguito “Comune di Napoli MUNICIPALITA’ 1”. Anche per i fruitori di diete differenziate sarà compito delle famiglie provvedere alla dotazione giornaliera di tovaglietta di appoggio, tovagliolo, piatti, posate e bicchiere in materiale riutilizzabile da riportare a casa per la necessaria sanificazione.

Presso ciascuna scuola ove venga effettuato il servizio con consegna in contenitori multiporzione verrà assegnato un adeguato numero di operatori della ditta addetti allo svolgimento delle seguenti attività: predisposizione dei piani di appoggio; ricevimento, scodellamento e distribuzione dei pasti; pulizia dei piani di appoggio prima e dopo il consumo con l'uso di propri mezzi, detersivi e materiali di pulizia; gestione differenziata dei rifiuti. Alla consegna dei pasti la ditta dovrà fornire alla scuola l'elenco del numero dei pasti complessivi, specificando il numero e la tipologia delle diete speciali. Detto elenco servirà per la verifica, al momento della consegna, della conformità per numero e tipologia dei pasti da parte del referente mensa o suo delegato. Lo stesso dovrà essere redatto in duplice copia di cui una resterà agli atti della scuola e l'altra agli atti della ditta. Al fine di consentire i controlli, la ditta aggiudicataria è tenuta a fornire giornalmente due pasti completi e gratuiti - confezionati a parte - in eccedenza al quantitativo richiesto. Inoltre la ditta è tenuta a reintegrare nel più breve tempo possibile gli eventuali pasti prelevati per i controlli ufficiali da parte degli organi a tanto deputati.

ADEMPIMENTI A CARICO DELLA SCUOLA

Sin dal primo giorno di erogazione del servizio, la scuole dovrà comunicare, entro e non oltre le ore 9,15 di ogni giorno, direttamente alla ditta incaricata il numero dei pasti da fornire in ragione dell’effettiva presenza giornaliera degli alunni. L’eventuale disdetta dell’ordinativo, causata da circostanze impreviste, successiva alla richiesta dei pasti, dovrà essere inoltrata inderogabilmente entro e non oltre le ore 9,45. Si sottolinea l’importanza del rispetto degli orari innanzi fissati, onde evitare l’insorgere di eventuale contenzioso con la ditta e con la struttura scolastica a tanto interessata. Del pari, analoga tempestiva comunicazione alla ditta e al Servizio Attività Amministrative della Municipalità dovrà essere inoltrata in caso di sospensione temporanea del servizio – e conseguente ripristino – disposta dalla scuola per situazioni particolari non prevedibili.

DIETE DIFFERENZIATE

 Al fine di consentire la partecipazione alla mensa scolastica a tutti gli alunni, compreso quelli affetti da patologie o intolleranze alimentari e quelli di religione o cultura diversa, è assicurata l'erogazione di diete differenziate. In particolare, per gli alunni affetti da patologie o intolleranze alimentari sono state predisposte, a cura del SIAN del Dipartimento di Prevenzione dell'ASL Napoli 1 Centro, n. 7 diete speciali standardizzate - scaricabili anche dal sito Internet del Comune di Napoli - per le seguenti intolleranze alimentari più diffuse:

· intolleranza al glutine;

· intolleranza alle proteine dell'uovo;

· intolleranza alle proteine del latte vaccino;

· intolleranza alle proteine del latte vaccino e dell'uovo;

 · intolleranza alle proteine del latte vaccino e del glutine;

· intolleranza al pesce;

· intolleranza ai legumi;

nonchè le sottoindicate n. 5 diete speciali standardizzate:

· menu per dislipidemia;

· menu iposodico;

· menu semiliquido;

· menu privo di carne suina;

· menu vegetariano.

 

E' altresì garantita l'elaborazione, da parte del medesimo SIAN, di diete personalizzate per patologie particolari.

Si invitano, pertanto, le SS.LL. ad attenersi scrupolosamente alle seguenti procedure:

-DIETE SPECIALI PER MOTIVI SANITARI

La richiesta di dieta speciale motivata da allergie e/o intolleranze alimentari va redatta dal genitore o dall'esercente la potestà genitoriale dell'alunno utilizzando l'apposito modulo allegato (all.1).

DIETA STANDARDIZZATA: la richiesta deve essere consegnata alla scuola unitamente alla certificazione medica redatta sul modello appositamente predisposto (all.2). Sarà fornita ai genitori copia delle tabelle dietetiche standardizzate già predisposte e scaricabili dal predetto sito Internet del Comune, per consentirne la visione da parte del medico curante. Le istanze di diete standardizzate verranno, poi, trasmesse dalla Scuola al Servizio Gestione Attività Territoriali della Municipalità, competente all'emissione del relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice.

DIETA PERSONALIZZATA (NUOVA RICHIESTA): la richiesta - unitamente al certificato redatto dal medico in carta semplice - deve essere inviata dall'utente al Servizio Rapporti con le Scuole Statali e Refezione Scolastica per posta elettronica (all'indirizzo diritto.istruzione@comune.napoli.it con indicazione nell'oggetto: “richiesta dieta personalizzata). Il Servizio Rapporti con le Scuole Statali e Refezione Scolastica provvederà ad inoltrarla al SIAN del Dipartimento di Prevenzione dell'ASL Napoli 1 Centro per l'elaborazione dell'apposito regime dietetico personalizzato. Sarà, poi, cura del Servizio Gestione Attività Territoriali della Municipalità – una volta ricevuta la dieta personalizzata - emettere il relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice dandone comunicazione alla scuola.

DIETA PERSONALIZZATA (CONFERMA DIETA GIA' FRUITA NELL'A.S. 2019/2020): Se l'alunno già fruiva nello scorso anno scolastico di dieta personalizzata per la medesima patologia e/o intolleranza, alla richiesta del genitore va allegata certificazione medica redatta sull'apposito modello predisposto per la riconferma (all.3) e tale documentazione va consegnata alla scuola che provvederà a trasmetterla al Servizio Gestione Attività Territoriali della Municipalità, competente all'emissione del relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice. Sarà cura della scuola fornire ai genitori copia della tabella dietetica personalizzata già predisposta per lo scorso anno, in modo da consentirne la visione da parte del medico curante. Per l'interruzione della dieta speciale per motivi sanitari l'interessato dovrà presentare apposita certificazione medica.

-DIETE SPECIALI PER MOTIVI ETICO-RELIGIOSI Per la richiesta di dieta speciale motivata da scelte personali etiche o religiose, non connesse a condizioni patologiche o di intolleranza alimentare dell'alunno, è necessario acquisire solo l’istanza del genitore o esercente la potestà genitoriale, redatta utilizzando l'apposita modulistica (all.4). Tale istanza deve essere trasmessa dalla Scuola al Servizio Gestione Attività Territoriali della Municipalità, competente all'emissione del relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice.

Si allegano i moduli per la richiesta delle diete differenziate.

La Dirigente

Prof.ssa Maria D’Ambrosio